Razionale

Lidrosadenite suppurativa (HS) è una patologia infiammatoria cronica che coinvolge in primo luogo il follicolo pilifero e successivamente le ghiandole apocrine.

Le manifestazioni cliniche tipiche della patologia sono noduli ricorrenti, ascessi e fistole localizzati nelle aree cutanee ricche di ghiandole sudoripare apocrine (regioni ascellare, inguinale, infra e intermammaria, perineale, perianale); la valutazione della gravità della patologia si basa sulla stadiazione secondo Hurley e prevede tre differenti livelli di gravità in rapporto alla tipologia e alla sede delle lesioni.

Il decorso clinico è variabile, caratterizzato da fasi di riacutizzazione e remissione. I dati epidemiologici presenti in letteratura sono eterogenei e il reale impatto della patologia non è definito. Attualmente la valutazione delle lesioni è affidata al giudizio clinico del medico e alla percezione del paziente, in assenza di un metodo standardizzato che permette un’analisi oggettiva delle manifestazioni.

Attraverso l’impiego di metodiche di imaging è possibile riconoscere alterazioni anatomiche, non apprezzabili con il semplice esame clinico, che risultano utili alla comprensione dei meccanismi fisiopatologici della patologia.

Tra le metodiche di imaging disponibili, l’ecografia fornisce vantaggi significativi in termini di costi, ripetibilità dell’esame, rischi per i pazienti. Nello studio delle patologie cutanee la metodica ecografica è consolidata sia nell’ambito delle neoplasie sia delle patologie infiammatorie. L’ecografia potrebbe rappresentare, nei pazienti affetti da HS, uno strumento di particolare utilità nell’approccio diagnostico, nella stadiazione, nel monitoraggio e nella scelta delle strategia terapeutica ottimale.

Allo stato attuale non si dispone di una galleria di immagini suggestive della patologia, a differenza di altre patologie dermatologiche più note: questo elemento rappresenta un ostacolo per l’applicazione sistematica della metodica ecografica nella comune pratica clinica in pazienti affetti da idrosadenite suppurativa.